Responsive image
Arnaldo Agugiaro, Massimo Vito Avantaggiato, Pedro Aversa, Remo Baldo, Simone Bassato, Alessandra Bianchi, Lidia Bianchini, Renata Bocchese, Barbara Bruni, Leonardo Carta, Neris Casteller, Paola Cerri, Tommaso Cevese, Maria Elisa Chiorboli, Paola Cominato, Antonietta Crepaz, Silvana Dal Cero, Patrizia De Rubertis, Anna Domaneschi, Sandra Furlan, Laura Giacomel, Alessandro Girardi, Lorena Gurrieri, Barbara Guzzon, Lisa Marinetto, Luciano Marini, Alessia Giovanna Matrisciano, Maurizio Mazzoleni, Caterina Minni, Simona Nobili, Davide Palmarini, Erica Panighello, Stefania Raschillà, Beniamino Rosa, Alessandro Secondin, Flavio Sgambaro, Marco Soneghet, Sonia Stefanovichj, Alessandro Tegon, Christine Thormählen, Eloisa Torresini, Marco Tumiatti, Enrico Vaglieri, Simonetta Vignoli, Giandomenico Vincenzi, Stefano Zampieri, Daniela Zanella, Mario Zangrando, Laboratorio di Storytelling della CTRP “In Corso”.

La direzione del vento

Antologia dei racconti, poesie e fotografie finaliste del Concorso d’arte “Paesaggio/Passaggio” 2021

Illustrazione di copertina di Leda Piccardo

èstra
2021, pp. 216, b/n e col. 16,5x23 cm

ISBN: 9788899479848
€ 15,00 -5% € 14,25
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 14,25
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Il Concorso d’Arte “Paesaggio / Passaggio”, organizzato nell’ambito dell’ottava edizione del Festival CartaCarbone, celebra i cento anni dalla nascita di Andrea Zanzotto e Mario Rigoni Stern, il poeta e lo scrittore che dalla provincia veneta hanno parlato all’Italia e al mondo. I componenti della giuria si sono confrontati con una moltitudine di espressioni: prima di quest’occasione non c’erano, ora ci sono: un’antologia di autrici e autori che hanno provato a farsi attraversare dal linguaggio narrativo, poetico, fotografico per trattenere presso di sé qualcosa della loro esperienza, volontà, desiderio, sogno. E quindi un Paesaggio che non coincide solo con il territorio, ma è anche una rappresentazione culturale, un insegnamento a guardare fuori e dentro se stessi; e poi il Passaggio che evoca i grandi temi della vita e della morte, della trasformazione, dell’apertura a ciò che ancora non si conosce, sono stati i poli d’attrazione di questo lavoro individuale che ora è diventato un volume collettivo.

(dall’introduzione di Antonio G. Bortoluzzi)